evidenza

Bando energia. Finanziamento a tasso zero.

Un nuovo bando, di prossima apertura, finanzia la realizzazione di programmi d’investimento finalizzati al contenimento del costo energetico.

Di seguito riportiamo i punti salienti di tale bando.

1) Programmi d’investimento finanziabili possono essere una o più delle seguenti tipologie:

a) isolamento termico dell’opificio (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi);
b) razionalizzazione (efficientamento e/o sostituzione) dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (es. building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione ed il monitoraggio dei consumi energetici);
c) installazione di impianti, macchinari, attrezzature, programmi informatici (per le grandi imprese il costo è ammissibile al 50%);
d) installazione (per sola finalità di autoconsumo) di impianti per la produzione dell’energia termica ed elettrica. Per quanto attiene la produzione di energia elettrica, l’impianto deve essere alimentato da fonti rinnovabili (solare ovvero fotovoltaico, eolico, biomasse, etc);
e) servizi di consulenza nel limite massimo del 10% del totale dei costi, solo per le PMI.

2)  Ammontare investimenti
minimo  € 30.000,00  massimo € 3.000.000,00

3) Agevolazioni concedibili
finanziamento agevolato pari al 75% spese ammissibili. Il finanziamento deve essere restituito senza interessi con rate semestrali in 10 anni. Il mutuo viene concesso dal Ministero senza garanzia ipotecaria

4) Apporto mezzi propri:  25% dell’investimento ammissibile
l’impresa deve concorrere al finanziamento dell’investimento o con mutuo bancario o con apporto di mezzi finanziari da parte dei soci nella misura del 25%.

5) Risparmio energetico
l’investimento deve comportare un risparmio energetico non inferiore al 10% misurabile tra consumi energetici ante e post investimento.

6) Soggetti beneficiari
PMI e grandi imprese ubicate in Puglia, Campania, Calabria, Sicilia

7) Tempi di realizzazione
12 mesi dalla data del provvedimento di concessione

 

 

CSQ IQNET